sabato 26 luglio 2008

"Il wifi del vicino è sempre più veloce."

Da quando si sono visti i primi collegamenti WiFi si sono visti i primi modi per approfittarsi della connessione del vicino. Molti utenti lasciano libera la rete wireless perchè sono sbadati o non sanno che può essere protetta. Altri utenti la criptano con una chiave wep, piuttosto debole al giorno d'oggi. In ogni caso ricordiamoci che è illegale usare una wireless che non è nostra senza il consenso del proprietario.



Tuttavia stamane ho letto un trafiletto su Hacker Journal (lo so, lo so, non è il massimo in campo di riviste di informatica e di sicurezza, so che Hakin9 è meglio ma ogni tanto ci si dovrà pure svagare leggendo qualcosa di più leggero, no?) che non ha tutti i torti.

Per chi acquistasse la rivista si trova a pagina 9 del numero 156 in basso a destra:
E' ipocrita dire che è illegale. Le onde WiFi che penetrano a tradimento in casa mia con la stessa frequenza delle micro-onde sono forse legali? Molte scuole, biblioteche e luoghi pubblici si sono opposti al WiFi a titolo di precauzione. Per il momento, anche se non voglio utilizzare WiFi a casa mia, ho comunque sette reti differenti all'interno del mio appartamento...
Dunque, se queste reti WiFi entrano a casa mia, perchè non dovrei avere il diritto di utilizzarle?


Penso che appropriarsi di qualcosa che non è proprio sia un grave reato, ma per quanto riguarda il WiFi non si può essere in completo disaccordo con l'autore di questo commento che ha deciso di restare anonimo. Riflettete gente, riflettete e commentate.
Posta un commento