sabato 6 febbraio 2010

OOp in go-lang

Prima di cominciare a parlare dell'argomento di questo post consentitemi di fare un piccolo festeggiamento per il 200esimo post su questo blog. Ultimamente ho rallentato la frequenza di aggiornamenti ma spero di averne incrementato la qualità.

Penso che una caratteristica che ha fatto storcere il naso a molti sia l'assenza della keyword class nel linguaggio Go.
In un primo momento questa illustre assenza potrebbe far pensare all'assenza del concetto di oggetto che invece è molto presente e molto utile.

Ma andiamo in ordine:

1) Definizione di nuovi tipi
Go permette di definire nuovi tipi con la keyword type.
type File struct  {
fileName [] byte; //Name of the file
sizeInByte int; //Size of the file
path [] byte; //Location of the file on hd
}

In questo modo abbiamo associato alla struttura File un nuovo tipo che da ora in avanti avrà gli attributi descritti all'interno.

2) Definizione di nuovi metodi
Creare nuovi metodi che eseguano del codice è molto semplice.
func PrintAll()
{
fmt.Printf("All");
}

3) Associare i metodi ai tipi
A questo punto perchè non provare ad associare il metodo PrintAll al tipo File in modo che stampi tutti gli attributi di File quando viene invocato?
Si deve quindi dire al metodo PrintAll che eseguerà operazioni solo sul tipo File.
func (f * File) PrintAll()
{
fmt.Printf("Filename: %s\n",f.fileName);
fmt.Printf("Size: %d\n",f.sizeInByte);
fmt.Printf("Path: %s\n",f.path);
}

4) Istanziare un nuovo File
In questo modo si potrà dunque istanziare un nuovo oggetto di tipo file e invocarne il suo metodo.
filePtr := new(File); //File *
filePtr.fileName = "Useless.txt";
filePtr.sizeInByte = "1024";
filePtr.path = "$HOME";

//Call File method
filePtr.PrintAll();

------------------------------------------------------

L'argomento è ovviamente molto più esteso ma in questo post volevo dare soltanto un'introduzione all'utilizzo degli oggetti all'interno di Go per i più scettici.
Prossimamente potremo anche parlare di Interfacce lasciando però prima di addentrarci tutti i preconcetti che arrivano da altri tipi di linguaggi poichè Go affronta tali argomenti da un altro punto di vista.
Posta un commento