martedì 6 aprile 2010

Backtrack 4 - Live dal mio laptop

Il corso di laurea in sicurezza delle reti propone l'utilizzo di alcuni strumenti per l'analisi dei sistemi.

Gli strumenti sono tutti, o quasi, open source ma mi sono chiesto: "Perchè non installare una distribuzione che funzioni come una vera e propria cassetta degli attrezzi?". La risposta è stata BackTrack che nella sua quarta incarnazione racchiude il cuore di Ubuntu 8.10.

La uso da un paio d'ore e già mi trovo a mio agio. L'interfaccia grafica è kde3 e il sistema è molto più vicino al Linux nudo e crudo rispetto a Ubuntu ma la configurazione del sistema è stata molto semplice e tutte le periferiche, wi-fi incluso sono state riconosciute e funzionano correttamente.

All'interno dei menù di backtrack si trova tutto ciò che serve per testare le proprie reti, fare penetration testing e auditing: dal comunissimo nmap a openvas fino a brutessh. Ce n'è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Prossimamente cercherò di fare chiarezza su qualche strumento che si può trovare all'interno della distro ma per ora mi sento solo di fare un'entusiastica lode.
Posta un commento